Prodotti di alta qualità testati uno ad uno dai nostri esperti e consegne rapide in tutta Europa.



Mozzarella di Bufala - La Zizzona di Battipaglia 1Kg

Caseificio La Fattoria

Regular price €17,30

Tax included. Shipping calculated at checkout.

 INGREDIENTI:

Latte di bufala, Caglio, Sale, Fermenti.

 

 DESCRIZIONE:

E' una variante particolarmente appetitosa della Mozzarella di Latte di Bufala.

Ottima per i pranzi della Domenica, le cene con gli amici, le feste e i ricevimenti, La Zizzona di Battipaglia conquisterà i tuoi ospiti con la sua forma spiritosa e con il gusto inconfondibile della Mozzarella di Latte di Bufala.

La Mozzarella di Bufala Campana DOP è prodotta solo con latte fresco e intero di bufala di razza mediterranea italiana. Gli animali, tutti iscritti all’anagrafe, sono allevati a stabulazione semilibera al pascolo aperto. Il latte arriva al caseificio per la sua lavorazione che avviene sempre entro 60 ore dalla mungitura. La coagulazione è ottenuta aggiungendo al latte riscaldato a  fermenti naturali derivanti da precedenti lavorazioni di latte di bufala. La cagliata, rotta fino a ottenere grani della dimensione di una noce, è fatta maturare in siero per circa 5 ore e successivamente ridotta in strisce filate in acqua a 95 °C e ‘mozzate’ per ottenere la pezzatura desiderata. È in questa fase in cui troviamo l’etimologia del termine Mozzarella che deriva appunto dalla mozzatura compiuta per separare l’impasto in singole parti. I pezzi ricavati sono tenuti in acqua fredda e salati in salamoia per tempi variabili: una volta confezionati vengono conservati nel liquido di governo.

Il colore della crosta, liscia e spessa un millimetro, è di un candido bianco porcellana, la pasta a sfoglie sottili è elastica entro le prime ore dal confezionamento, poi più fondente, priva di occhiatura: al taglio si libera una lieve sierosità bianca e grassa con profumo di fermenti lattici. Il sapore è caratteristico e delicato.


LA STORIA DEL PRODUTTORE

Il caseificio La Fattoria nasce nel 1988 per volontà dei fratelli Luciano, Cosimo e Antonio Paraggio, decisi a seguire una tradizione familiare nata negli anni ’30 dello scorso secolo.

Fin dall’inizio l’ambizione dei fratelli Paraggio è stata quella di creare un prodotto unico, e le caratteristiche della mozzarella di bufala del Caseificio La Fattoria sono il frutto di un impegno che dura da venticinque anni, perpetrando ostinatamente una tradizione quasi secolare; una ricerca volta a perfezionare tutti gli aspetti di questo formaggio così particolare: la superficie perlacea, vellutata, lucente, il profumo muschiato tipico del latte di bufala, il sapore dolciastro che si percepisce sulla punta della lingua, la consistenza croccante e leggermente elastica, che prolunga la masticazione e permette al siero lattiginoso di fuoriuscire inondando il palato.

Un prodotto che conquista il tatto, la vista, l’olfatto, l’udito, prima ancora che il gusto.


 LA LEGGENDA DELLA MOZZATA DI BUFALA

Un'antica leggenda narra della ninfa etrusca Baptì-Palìa, regnante nelle paludi della pianura di Battipaglia che si estendevano fin verso il mare.  Ella custodiva gelosamente il segreto della Mozzata di Bufala (l’antica denominazione della Mozzarella di Bufala), cibo prelibato riservato esclusivamente agli Dei.

All’alba di ogni giorno, la ninfa si dedicava alla mungitura delle Bufale che pascolavano allo stato selvatico nelle paludi e, dopo un complesso e misterioso procedimento, si accingeva alla “filatura” della cagliata. E dal morbido impasto perlaceo ne “mozzava” dei pezzi di forma sferica, per ottenerne la preziosa Mozzata. Alla fine, dopo averla preparata con cura e riposta in canestri  di vimini,  adornandola con ramoscelli di mirto ed altre erbe aromatiche per esaltarne il sapore, ella si recava alla dimora degli Dei per offrirla alla loro mensa.

Il Fato volle che un giorno la ninfa Baptì-Palìa si imbattesse in un giovane pastore di nome Tusciano, il quale giaceva dolcemente addormentato sulla riva del fiume. Presa dalla rara bellezza di Tusciano, ella se ne invaghì e, dopo averlo svegliato con delicate carezze, gli dichiarò il proprio amore e, come pegno di esso, gli svelò il segreto della Mozzata di Bufala. Il giovine, ingenuamente e per farsene vanto, rivelò tale segreto alla gente delle vicine contrade. Gli Dei, adirati per il fatto che i mortali fossero venuti in possesso del segreto della Mozzata di Bufala, punirono la ninfa ed il suo innamorato, condannandoli a girovagare per le paludi, senza mai potersi incontrare.

Qualcuno giura che per secoli, nelle notti di luna, nei pressi di queste antiche paludi, si udissero ancora le voci lontane dei due innamorati che si chiamavano l’un l’altro, cercando invano di raggiungersi.

Oggi, per fortuna, i due amanti possono dirsi ricongiunti, poiché la ninfa Baptì-Palìa è divenuta l’operosa cittadina di Battipaglia, la quale stringe in un eterno abbraccio il suo Tusciano, trasformatosi nel fiume che la attraversa. E Battipaglia è ritornata, come ai tempi antichi, a svegliarsi all’alba per la mungitura delle Bufale sparse per la pianura, e col loro latte fa rivivere, attraverso i suoi artigiani, esperti «casari»,  il rito quotidiano dell' Antica Mozzata di Bufala

recensioni dei clienti
5,0 Basato su 1 recensioni
Scrivi una recensione

Grazie per aver inviato una recensione!

Il tuo contributo è molto apprezzato. Condividilo con i tuoi amici in modo che possano goderselo anche tu!

Filter Reviews:
SN
26/10/2020
Stefano N.

ok