Qualità senza compromessi e consegne rapide in tutta Europa.



Barbera d'Alba Superiore DOC Fenocchio 0,75 L

Giacomo Fenocchio

Prezzo di listino €11,90

Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

 DESCRIZIONE

La Barbera d'Alba Superiore di Giacomo Fenocchio entra nel bicchiere con colore rosso rubino intenso, dai riflessi granato. In bocca è potente, di corpo, grande acidità e tannino in equilibrio. Si apre su sentori di frutta fresca giovane, con note di viola e rosa e una leggera speziatura sul finale.  E' interessante abbinarlo a formaggi dalla media stagionatura e gusto intenso e cremoso come il Taleggio; oppure a dei piatti rustici saporiti come con salsiccia e gorgonzola.

Questa Barbera è prodotta da piante di oltre trentanni coltivate a Monforte d'Alba. Il vigneto di 2,5 ettari ha esposizione ad Ovest e altitudine di circa 300 metri sul mare, su terreno elveziano con sedimenti argillosi, marne blu e tufo. La vendemmia ha luogo a metà ottobre e, dopo un'accurata selezione delle uve, la fermentazione alcolica è svolta a contatto con le bucce  senza aggiunta di lieviti per 10 giorni in vasche di acciaio inox.  L'affinamento è condotto 6 mesi in acciaio, 6 mesi in botte di rovere di Slavonia, con un' ulteriore maturazione in bottiglia, prima dell'immissione in commercio.

 

LA FILOSOFIA DELLA CANTINA

L’amore per la propria terra ed il rispetto delle tradizioni, che hanno reso nel tempo la terra di Langa così speciale, sono il fulcro della filosofia di questa azienda. La continua ricerca di tecniche innovative che possano preservare l’ambiente è di pari passo un altro dei capisaldi.Le nuove acquisizioni si fondono con il patrimonio storico, integrandosi, per ottenere un prodotto di altissima qualità, che rappresenti il territorio, preservandolo in ogni modo. E’ una storia di integrità produttiva e di sacro rispetto per il territorio, quella della cantina Giacomo Fenocchio di Monforte d’Alba. Da oltre cinque generazioni questa famiglia di viticoltori mantiene nel proprio DNA la tradizione dei barolisti più puri, di quelli che non seguono le mode o svendono la propria filosofia alle logiche del mercato. Dieci ettari nel cuore del Barolo allevati, oggi, con cura paterna da Claudio Fenocchio, viticoltore autentico, che entra in vigna ogni giorno.Conosce ogni zolla dei suoi vigneti Claudio, intercettando nei suoi vini le sfumature, che le singole percentuali di sabbia, calcare o argilla sanno creare.

Devo tutto a mio padre Giacomo, che mi ha tramandato la sua conoscenza e la passione per le vigne e la terra” ci spiega Claudio con un sorriso che si illumina, quando cita il nome paterno. Quattro Cru con caratteristiche geologiche differenti: c’è il Cannubi, con terreni marnosi e una cospicua presenza di sabbia; il Villero, ricco di ferro, con sedimenti calcarei e argillosi; il Castellero, simile al Cannubi con una prevalenza di sabbie gialle, e il Bussia, che ha presenza calcarea e di tufacei bluastri. “Il mio Barolo preferito? Non dovrei dirlo” dice Claudio “perché sono tutti come figli, ma amo il Bussia, per complessità e potenzialità evolutiva”.

In casa Fenocchio non sono ammesse scorciatoie nella produzione dei Barolo, con un lavoro selettivo che parte dalla vigna per andare in cantina con fermentazioni completamente naturali, lieviti indigeni e temperature, che si mantengono costanti solo con i rimontaggi giornalieri. Anche l’uso dei legni è misurato, senza fare sconti al tempo di affinamento attraverso l’uso furbo delle barrique, tanto amate da certi produttori dell’ultima ora.

 

 L'ORIGINE DEL'AZIENDA

I Fenocchio sono una famiglia di Monforte, viticoltori da generazioni, ma è stato con Giacomo, negli anni Settanta, che è cominciato il fantastico sviluppo dei loro vini. La cantina è stata fondata nel 1864, ed oggi sono Claudio e Albino Fenocchio a guidarla in quel panorama vitivinicolo straordinario che è Bussia di Monforte. La filosofia produttiva che contraddistingue questa storica cantina piemontese è quella della tradizione, fatta di un attento lavoro nei vigneti e di vinificazioni lunghe con l'utilizzo di grandi botti in cantina. Il risultato è davvero eccezionale e sbalorditivo: un vino fine, giocato sull’eleganza e dai toni delicati tipici della varietà di Nebbiolo.

Le uve vengono coltivate nel vigneto Bussia, 4 ettari di terreno esposti a sud-ovest su terreni argillosi e calcarei, ricchi di ferro. Dal 1972 l’azienda possiede anche un vigneto a Cannubi, mentre dal 1995 fa parte della proprietà anche un vigneto a Villero, altro cru storico, altamente vocato.

 

 

recensioni dei clienti
5,0 Basato su 1 recensioni
Scrivi una recensione

Grazie per aver inviato una recensione!

Il tuo contributo è molto apprezzato. Condividilo con i tuoi amici in modo che possano goderselo anche tu!

Filter Reviews:
RS
16/01/2021
Roberta S.