Robiola di Roccaverano DOP 350g

Alimentum

Prezzo di listino €7,90

Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

 INGREDIENTI:

LATTE VACCINO,LATTE OVINO, fermenti, caglio, sale.
Il prodotto è venduto con una tolleranza del +/- 10% in quanto tagliato sul momento dalla forma intera per garantire la maggiore freschezza possibile.

 DESCRIZIONE:

Confezionato Sottovuoto.

La "Robiola di Roccaverano D.o.p." è un formaggio a pasta morbida, a latte 100% caprino oppure caprino/bovino, realizzato artigianalmente nel territorio situato nelle colline intorno al paese di Roccaverano (AT), in Piemonte.

La crosta presenta fioritura ed è rugosa, il colore varia dal paglierino chiaro, paglierino o rosso-chiaro. La pasta è a microstruttura fine e presenta cremosità nel formaggio fresco, mentre nell’Affinato può presentare cremosità nel sottocrosta. Il colore della pasta è sempre bianco.

Le origini della robiola di Roccaverano risalgono ai Celti che, stabilitisi in Liguria, iniziarono a produrre un formaggio simile al prodotto attuale. Della robiola di Roccaverano si fa, inoltre, menzione nelle cronache dell’anno 1000. Fu con l’avvento dei Romani che questo formaggio assunse il nome di rubeola, dal latino ruber, termine con cui veniva indicato il colore rossastro assunto dalla crosta al termine della stagionatura. Delle qualità di questo formaggio, e del suo processo produttivo, parlò anche Plinio il Vecchio nei suoi scritti.
Sapore: Intenso e con pungenti note ovine. 

Abbinamenti: Formaggio da gustare a fine pasto accompagnato ad un bicchiere di buon vino rosso.

Vini: rossi invecchiati; ideale con vini nobili piemontesi come il Barbaresco.

Conservazione: La conservazione della Robiola di Roccaverano DOP in frigo è migliore se non si utilizzano plastica o vetro bensì una semplice tazza o scodella di porcellana o ceramica che copre il formaggio posto su un piatto da portata dello stesso materiale. Questo perchè la porosità della porcellana o della ceramica lascia respirare il formaggio. In alcune aree, le forme di formaggio vengono ancora conservate sott’olio come era usanza in passato.